Alessandro Oddo

Settore giovanile

Il picco di crescita è un periodo importante da monitorare nel percorso del giovane calciatore per questo è importante modulare i carichi di allenamento in relazione all’atleta per evitare periodi di inattività, ma anche come forma preventiva.

Ci siamo confrontati su questo tema con Alessandro Oddo, per sei anni preparatore fisico delle categorie U15 e U16 del settore giovanile del Novara Calcio, che ha iniziato ad occuparsi del picco di crescita durante l’elaborazione della tesi di laurea in scienze motorie, tema poi approfondito e curato durante le esperienze sul campo in ambito giovanile.

Ne è uscita una bella chiacchierata che potete leggere nel numero di novembre su un argomento tanto delicato quanto, purtroppo, spesso sottovalutato.

Leggi tutto...

Marco Montini è un preparatore atletico professionista, oltre che allenatore Uefa B, e attualmente si occupa della preparazione atletica nell’ambito delle squadre nazionali giovanili della FIGC.

Leggi tutto...

Questo tipo di proposte sono un mezzo utile per incrementare la forza nel giovane calciatore. Cosa dice la scienza e alcune esercitazioni divertenti ed efficaci.

Leggi tutto...

Le funzioni esecutive sono una categoria di funzioni cognitive che si stanno insediando nell’allenamento calcistico con prepotenza. Se analizziamo la capacità di leggere e anticipare il gioco di atleti come Messi ne capiamo il motivo. L’analisi delle variabili e le esercitazioni utili nel settore giovanile.

Leggi tutto...

Un importante e dettagliato scritto curato da due degli Autori del libro Special Edition “Il mestiere dell’allenatore”, che analizza e approfondisce, in modo inedito, il ruolo di coloro che vanno in campo con bambini e ragazzi.

Leggi tutto...

Come provare a sfruttare la zona più lontana dal gioco dopo aver attratto gli avversari dove si desidera. L’importanza di non dimenticare il gioco in verticale.

Leggi tutto...

Un sunto, a cura del mister degli U16, di come si lavora nel vivaio della Roma nella parte agonistica. Esercitazioni e concetti per marcamento e duello.

Leggi tutto...

Un percorso per scoprire i presupposti legati alla formazione del futuro “attaccante”, non in funzione di una specializzazione propria del ruolo, ma di scoperta e sperimentazione per i piccoli calciatori.

Leggi tutto...

Nelle fasce pre-agonistiche del vivaio dell’Inter sono tenuti in considerazione età biologica, futsal e gradualità nell’insegnamento. Il coordinatore dell’area spiega le modalità d’intervento.

Leggi tutto...

L’apertura del Master 2020 è del direttore del settore giovanile dell’Inter, storico collaboratore della rivista, che si addentra nei diversi concetti fondamentali.

Leggi tutto...

Una sintesi dell’intervento del tecnico della RFEF al nostro incontro di aggiornamento.
Modello e stile di gioco, peculiarità dei club, organizzazione delle esercitazioni.

Leggi tutto...

La lectio magistralis del coordinatore delle nazionali giovanili su nuovi concetti collegati a funzione e ruolo. Lo spazio che conta.

Leggi tutto...

Come si lavora all’Olympique Lyonnais? A raccontarlo è stato Cyrille Dolce nel corso del suo intervento al Master 2020 Digital Edition.

Leggi tutto...

Javier Peñas è l’allenatore della squadra U14 dell’Atletico Madrid, oltre che coordinatore delle squadre U11 e U12 e membro dell’area metodologica del club.

Leggi tutto...

Esercitazioni basate sul gioco nelle quali si può utilizzare l’inglese come lingua.

Leggi tutto...

I comportamenti che può tenere l’allenatore per guidare in modo efficace il proprio gruppo. L’importanza di motivazione, istinto, correzioni e autostima

Leggi tutto...

Il raddoppio è una situazione ricorrente nel calcio moderno, sia per gli adulti sia per i giovani. Perché è importante preparare un percorso utile a insegnare le modalità migliori per evitarlo e uscirne vincitori.

Leggi tutto...

I princìpi di lavoro del settore giovanile del Südtirol. Il modello di gioco, le proposte pratiche e l’organizzazione dell’area fisica.

Leggi tutto...

Nove relatori, oltre 14 ore di lezione, 400 persone collegate: ecco i numeri del Master 2020 Digital Edition dedicato al settore giovanile.
Vogliamo ringraziarvi per aver reso anche questo appuntamento un’occasione di formazione davvero speciale.

Leggi tutto...

L’utilizzo di questi confronti come forma di allenamento per i ragazzi del settore giovanile. Le attenzioni da avere e le modifiche da apportare alla squadra.

Leggi tutto...

L’utilizzo di questa opzione tattica per stimolare aspetti delle personalità dei giovani giocatori. Il pressing, infatti, diventa uno strumento didattico per perseguire obiettivi differenti da quelli meramente strategici.

Leggi tutto...

Per lavorare al meglio nel calcio a volte è necessario riconsiderare gli aspetti importanti dell’allenamento, parliamo di obiettivi, situazione dei giocatori, capacità da sviluppare. In questo articolo si propone un sunto su ciò che conta davvero per il giovane portiere.

Il ruolo del portiere nel calcio moderno è sempre più sotto la lente di ingrandimento e come non mai oggetto di studio. Oggi lo scopo di addetti ai lavori, allenatori, osservatori, società... è quello di trovare, analizzare e sfruttare pienamente tutte le potenzialità dell’undicesimo uomo in campo... Anche se spesso non viene contemplato nei famosi sistemi di gioco (4-4-2, 4-3-3, 3-5-2), ricopre un compito particolare e molto importante. È vero che indossa una maglietta di colore diverso, si infila un paio di guanti e può usare le mani, ma resta l’ultimo baluardo a difesa della porta; è l’estremo difendente che deve impedire alla palla di oltrepassare la linea bianca. Si allena spesso in un angolo poco illuminato del campo, è sempre sotto pressione e sotto la valutazione costante di tutti. Nonostante ciò, per fortuna, vi sono ancora bambini che si avvicinano con entusiasmo all’avviamento di questo ruolo così complicato, affascinante e unico in tutte le sue sfaccettature.

Leggi tutto...

Una serie di idee operative che partono dalla formazione dei giovani giocatori per arrivare agli obiettivi da perseguire durante una sessione di allenamento.

Leggi tutto...

Per l'allenatore di settore giovanile è fondamentale conoscere quali sono le fasi sensibili di ogni giocatore per modellare le corrette esercitazioni. Una sintesi della situazione dei giocatori secondo la loro età.

Leggi tutto...

Come e perché utilizzare questo strumento anche in un vivaio. L’efficacia dei video e l’importanza della correzione.

Argomento attuale, dinamico e molto discusso è quello dell’uso dei servizi della match analysis (MA) nel calcio. Viene spesso associato all’aspetto prettamente tattico, finalizzato a trovare vantaggi e notare errori, che gli interpreti commettono durante le partite al fine di incidere sul risultato finale delle stesse. Il calcio sta cambiando, è in continua evoluzione e utilizzare tutti gli strumenti a disposizione permette di “arrivare prima” degli avversari e quindi di partire per lo meno da una posizione privilegiata.

L’analisi delle palle inattive e degli schieramenti sugli avvii del gioco sono stati i primi aspetti studiati e hanno consentito pure ai meno predisposti di accertarne i vantaggi. In particolare nel calcio attuale, dove l’esito di una palla inattiva genera di- vergenze enormi, sia per quanto riguarda il risultato finale sia per i riscontri economici. Comunque, tutti sappiamo che il risultato è solo la parte terminale che racchiude la sintesi della gara: al centro di questa c’è la performance che una squadra è in grado di fornire.

La disposizione tattica solitamente viene studiata secondo moduli e princìpi che ogni allenatore predilige, mentre la prestazione si focalizza maggiormente sugli interpreti di quest’ultima. Lo sfruttamento dell’analisi video si sta consolidando, prendendo sempre più piede in ogni aspetto del calcio professionistico. Si è ritagliata uno spazio importante e anche l’avvento della tecnologia VAR è andata in questa direzione, divenendo ormai indispensabile per coadiuvare al meglio il direttore di gara e quindi aiutarlo nei momenti topici di un incontro. Detto questo del calcio dei “grandi”, ci poniamo un paio di quesiti. Il primo: può l’utilizzo della MA favorire il miglioramento sia della prestazione collettiva sia di quella individuale? Il secondo: la si può sfruttare in maniera proficua e vantaggiosa anche nel settore giovanile? Le risposte: sì, certamente... e in questo articolo proveremo a valutare come.

Scopri di più sul numero di aprile: in edicola e disponibile anche attraverso abbonamento cartaceo o digitale.
Per info: This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.

Riccardo Bettonte, allenatore del settore giovanile del Novara, propone una serie di esercitazioni, con superiorità numeriche e diverse modifiche, che cercano di avvicinarsi al contesto di gioco, utilizzando un numero inferiore di giocatori.

Leggi tutto...

Quanto conta la prevenzione degli infortuni nei giovani? La risposta ci viene fornita da Carlo Cavasinni, preparatore atletico della Primavera del Pescara. Il punto di partenza è la scienza, che ci offre lo spunto attraverso il quale implementare le metodologie di allenamento al fine di migliorare il livello prestazionale del nostro giovane atleta, senza però perderne l’integrità fisica.

Leggi tutto...

Quali sono i concetti fondanti per un giovane calciatore utili a imparare a muoversi per auto-crearsi spazio e liberarlo per i compagni.

Leggi tutto...

L’utilità di sviluppare la fase difensiva scomponendo e ricomponendo le situazioni che si verificano durante una gara secondo la metodologia Fil Rouge.

Fil Rouge è un metodo formativo completo. Ne abbiamo parlato a lungo su questa rivista presentando l’intera metodologia (vedi gli articoli apparsi a partire dal numero di “ottobre 2018”, nel box a corredo di questo scritto un sunto degli esercizi “base”). Al suo interno sono presenti, oltre a una filosofia chiara che sottende la metodologia stessa, i princìpi di gioco per le diverse fasi, le proposte di training specifico difensivo, offensivo, per i portieri e di tipo cognitivo motorio. La qualità più importante del Fil Rouge è l’adattabilità, che può essere riferita alla struttura/contesto in cui viene sviluppata oppure in relazione alla qualità di giocatori a disposizione, tenendo sempre in considerazione il mondo in cui agiamo, quello calcistico, che è in continua evoluzione, sia socialmente sia professionalmente.

Leggi tutto...

Due proposte per stimolare la conclusione a rete con ragazzi della fascia agonistica e, perché no, adulti. I meccanismi e i perché di questi esercizi.

Leggi tutto...