Un numero differente dal solito, almeno nella sua organizzazione visto che abbina i mesi di agosto e settembre. Come spiegato nell’editoriale dal direttore Ferretto Ferretti questa scelta nasce da esigenze dovute allo stravolgimento dell’organizzazione causato dal virus. All’interno delle pagine è possibile trovare un ricco approfondimento dedicato alla preparazione precampionato sia per gli adulti sia per i giovani e i bambini. Gruppi di lavoro con professionisti di ogni settore si sono ritrovati e hanno dato vita a un confronto dal quale sono scaturite indicazioni e proposte per riprendere al meglio la prossima stagione, a seguito dello stop forzato che abbiamo subito nei mesi scorsi.

Quasi un ritorno alla normalità. Questa l’affermazione che si può annunciare in questi giorni dopo aver visto tornare in campo i professionisti. Sicuramente siamo ancora lontani dal poter sostenere di aver ritrovato la nostra quotidianità, che arriverà solo quando anche i dilettanti e i nostri giovani e bambini saranno potuti tornare in campo, ma nel frattempo iniziamo a godere della ripresa dello sport che amiamo.

Abbiamo raggiunto il terzo mese senza poter scendere in campo a fare ciò che più ci piace: allenare e giocare. Per far sì che questo non sia tempo perso ma, anzi, una possibilità di crescere maggiormente sono state proposte diverse iniziative volte all’approfondimento: dalle dirette Instagram al Master 2020 Digital Edition.

L’apertura del numero di maggio non può che essere incentrata su questo maledetto virus che si è abbattuto sull’Italia e su tutti i Paesi del mondo, scatenando una pandemia che ha fermato tutte le attività, calcio compreso. Il tema del COVID-19 è stato affrontato da due nostri esperti, Giulio Sergio Roi e Gian Nicola Bisciotti, autorevoli firme che hanno illustrato di cosa si tratta e delle possibili conseguenze, anche sulla salute degli atleti.

Il numero di aprile ha come focus le palle inattive, l’argomento del nostro speciale è stato individuato grazie al fatto che queste situazioni da “palla ferma” sono sempre più determinanti nel gioco del calcio. A tal proposito, l’introduzione spetta all’analisi dei dati relativi alla Serie A, raccolti da Matteo Callini grazie al contributo di Instat, per poi continuare con un approfondimento relativo alla preparazione dei calci piazzati in fase offensiva, con i pareri di molti allenatori professionisti raccolti da Marco Mingardi, e con le soluzioni offensive più interessanti presentate da Alberto Nabiuzzi, collaboratore di Roberto Donadoni.

Magazine in Edicola