giugno

  • 7 giugno ore 21.00, Parco dei Principi (Parigi), Francia - Corea del Sud; 16 giugno ore 18.30, Mapei Stadium (Reggio Emilia), Polonia - Belgio. Questi i due match inaugurali dei Mondiali femminili e degli Europei under 21, che ci vedranno protagonisti a giugno, un mese tutto azzurro! Nel primo caso torniamo a partecipare a un Mondiale dopo 20 anni, a dimostrazione della crescita e dei progressi del movimento femminile nel nostro paese. Il campionato è stato sicuramente avvincente, tre squadre che fino all’ultima giornata hanno lottato per lo scudetto, con la Juventus di Rita Guarino che, sul filo di lana, ha avuto la meglio sulla Fiorentina e sul Milan, oltre a conquistare la Coppa Italia. E dall’anno prossimo il torneo sarà ancora più competitivo con l’arrivo dell’Inter, che ha dominato la Serie B, ottenendo una meritata promozione. Ora, però spetta alla Nazionale guidata da Milena Bertolini (la sua intervista a pagina 6) il compito di ben figurare alla rassegna iridata. L’esordio sarà domenica 9 giugno contro la temibile Australia. Forza ragazze!

    Poco più di una settimana dopo, partiranno gli Europei under 21, che abbiamo vinto per ben 5 volte nella storia. Per la prima volta saremo il paese ospitante: gli azzurri di Gigi Di Biagio esordiranno a Bologna alle 21.00 del 16 giugno contro una delle favorite, la Spagna. E il nostro girone è di tutto rispetto, oltre alle furie rosse, il Belgio e la Polonia. Forza ragazzi!
    Per colorare ancora di più di azzurro questi trenta giorni, vi saranno anche due incontri di qualificazione per l’Europeo della Nazionale maggiore: il primo contro la Grecia (8 giugno, Atene), nel secondo sarà la Bosnia il nostro avversario (11 giugno, Torino).

  • Il campionato è volto al termine, con la Juventus che ha vinto il suo settimo scudetto consecutivo. Ora è tempo di Mondiali. A partire da pagina 6, il nostro speciale alla scoperta di tutto quello che c’è da sapere sulla rassegna iridata che apre i battenti il 14 giugno in Russia. Cesare Battisti, Giovanni Galli e Matteo Callini hanno analizzato i retroscena, le formazioni migliori e le statistiche riguardanti la competizione. A seguire, l’intervista di Luca Bignami a Marco Baroni, artefice della storica promozione dello scorso anno in Serie A del Benevento, che ci ha indicato la sua filosofia di lavoro (pagina 42).

  • Abbiamo raggiunto il terzo mese senza poter scendere in campo a fare ciò che più ci piace: allenare e giocare. Per far sì che questo non sia tempo perso ma, anzi, una possibilità di crescere maggiormente sono state proposte diverse iniziative volte all’approfondimento: dalle dirette Instagram al Master 2020 Digital Edition.

  • Siamo purtroppo arrivati al terzo mese senza… calcio. Certo, ci sono cose più importanti, la salute su tutte, però un po’ di tristezza per non scendere in campo da tanto tempo c’è. Soprattutto per chi “lavora” e gioca nei dilettanti, che vede ancora più lontana la ripresa. Non dobbiamo però perdere voglia ed entusiasmo, anche se non è facile. Proviamo a pensare ottimisticamente al futuro, torneremo a fare ciò che amiamo con più carica e maggiore consapevolezza. La consapevolezza di chi sarà ancora più “forte”. Cosa fare quindi se non aggiornarsi? Come ha detto l’amico Attilio Sorbi in una delle nostre dirette instagram, durante la stagione l’allenatore, di qualsiasi squadra, adulti o giovani che sia, è in un vortice e non è semplice fermarsi e riflettere sulla propria “preparazione”, sulle conoscenze che si desiderano trasmettere.

Magazine in Edicola