gps

  • La seconda parte dello scritto di Antonio Gualtieri relativo all’utilizzo di tale strumento nel nostro sport. L’importanza del monitoraggio dei carichi di lavoro durante l’intera stagione, tenendo sotto controllo sia il carico interno che quello esterno. I parametri da considerare, basandosi sugli indicatori misurati direttamente dal dispositivo, non tenendo in considerazione i valori stimati o frutto di combinazioni diverse. Inoltre, è fondamentale stilare un report giornaliero del lavoro svolto e monitorare sempre il rapporto tra carico acuto e cronico. Infine, il rapporto con lo staff tecnico, per poter lavorare al meglio e limitare al minimo gli errori, considerando che ogni calciatori ha un’esigenza diversa da un altro.

    Scopri di più sul numero di luglio: in edicola e disponibile anche attraverso abbonamento cartaceo o digitale

  • TERZA PARTE
    Quali possono essere i valori di riferimento di un settore giovanile professionistico ottenuti grazie all’utilizzo dei GPS. L’analisi portata avanti dalla Juventus.

    Concludiamo con questo terzo articolo la spiegazione del metodo sviluppato alla Juventus riguardo il monitoraggio dei carichi di lavoro, iniziata con l’analisi di affidabilità e precisione dei sistemi GPS (scritto apparso sul numero di giugno, pagina 68) e continuata a luglio (numero 305 de Il Nuovo Calcio, pagina 92) con la proposta del nostro modus operandi in termini di parametri e di livelli di analisi da utilizzare. In questa terza parte riportiamo i valori medi di riferimento delle nostre categorie del settore giovanile e della prima squadra femminile (PSQF), laureatasi Campione d’Italia alla sua prima partecipazione nella Serie A.

Magazine in Edicola