In questo mese ci siamo concentrati sulla fine dei tornei, a qualsiasi livello, che dopo due anni tribolati hanno avuto il loro percorso naturale, senza troppe interruzioni o rinvii. E come sempre l’atto conclusivo della stagione diventa per molte squadre un momento molto delicato: insomma, senza troppi giri di parole, saranno tanti i club che negli ultimi 20-30 giorni si giocheranno un po’ tutto. Infatti, un passo falso nell’incontro sbagliato può compromettere quanto di positivo fatto oppure, rovescio della medaglia, si può riuscire all’ultimo respiro a raggiungere un traguardo importante, preventivato o meno. Per questi motivi abbiamo provato a fare chiarezza sull’argomento, sfatando qualche mito e fornendo interessanti spunti di riflessione sul tema. Al di là di una giusta condizione fisica e di una preparazione tecnico-tattica meticolosa, la testa fa davvero la differenza in questi momenti: la motivazione ottimale, il sentirsi parte importante di un gruppo coeso e compatto (da qui la copertina), una carica emotiva bilanciata aggiungono quella spinta determinante per ottenere l’obiettivo. Ecco perché vi consiglio di leggere attentamente le indicazioni, pronte all’uso, frutto di studi e competenze, di Matteo Cioffi, che oltre a insegnare psicologia ai corsi centrali di Coverciano è un allenatore UEFA A di validissima esperienza.

Attenzione però: non esiste la ricetta vincente per questa fase dell’anno, la cosiddetta pozione miracolosa, ogni allenatore deve tarare il tutto sulla propria squadra. Con la propria sensibilità.

Leggi tutto...

Foto: Italy Photo Press

Editoriale

Dal lùnedi al vénerdi i xe olandesi. Al sabato i ghe pensa. La domenica, giuro su la mia beltà, tuti indrìo e si salvi chi può”: parole di Nereo Rocco. Le abbiamo riprese, oltre che per l’ironico significato, direi valido tuttora, perché emerge chiaramente come gli “olandesi” sono sempre stati all’avanguardia. Per concetti, idee offensive, ritmi impressi alla gara, formazione dei giocatori.

Dei “rivoluzionari” calcisticamente parlando. E alla squadra riferimento di quel calcio, l’Ajax con il suo allenatore ten Hag, abbiamo dedicato la copertina insieme a un interessante articolo di Carlo Pizzigoni. Nello scritto si evidenzia il valore del club, radicato alle tradizioni, “spinto” da Cruyff e van Gaal, ma pronto a guardare altrove (anche se il vivaio non si tocca) per affermarsi in Eredivisie e in Europa. Per restare ai vertici nell’attuale globalità calcistica. Per proporre giocatori di grande prospettiva. Certo, a questo giro, la sconfitta agli ottavi di Champions lascia l’amaro in bocca, soprattutto per come è maturata, ma non possiamo ricondurre tutto alla filosofia del risultato a ogni costo; la bontà del lavoro, il lascito morale e calcistico vengono prima.

Leggi tutto...

Foto: Francesca Grana

Editoriale

Non è un errore di battitura. No, non ci siamo sbagliati. Anche se nel linguaggio da campo siamo soliti sentire giochi e partite a tema, la dicitura esatta è a temi. Sì, perché all’interno di queste diffusissime esercitazioni non c’è mai un solo obiettivo (tema), ma diversi. Ecco il motivo per cui, confrontandoci con i vari esperti, abbiamo voluto intitolare in questo modo l’approfondimento di questo numero. Approfondimento che ha coinvolto diversi professionisti e “preso” 20 pagine di rivista: oltre al parere di allenatori e preparatori, abbiamo realizzato 4 scritti che spiegano l’argomento in forma trasversale, verificando l’applicazione per bambini, giovani e adulti. Dal punto di vista tecnico-tattico ma anche fisico-motorio. Con alcune esercitazioni esemplificative, da combinare, mescolare, ridisegnare secondo le proprie esigenze. Per essere efficaci sul campo. A proposito di campo, del calcio che ci appartiene, che vogliamo migliorare qualsiasi sia la nostra categoria operativa, che portiamo ogni giorno sul terreno di gioco, l’articolo di Lele Adani sulla comunicazione dell’allenatore può essere un interessante spunto di riflessione: le conoscenze sono indispensabili, saperle trasmettere forse ancora di più...

Leggi tutto...

Foto: Italy Foto Press

Editoriale

Prima di entrare negli argomenti “forti” di questo numero, concedetemi di fare gli auguri per il suo 31esimo compleanno a... Il Nuovo Calcio. Il mese di febbraio del 1991 è stato quello che ha visto la nascita della nostra rivista, che nel corso di questi anni ha attraversato le varie burrasche del mondo dell’editoria, cercando di adattarsi e di rimanere al passo coi tempi. Cercando di fare cultura, informazione e trasmissione di conoscenze, di consentire l’aggiornamento, la crescita e il miglioramento a tutti gli allenatori, anche quelli patentati. Avere la qualifica, infatti, non è un buon motivo per adagiarsi sugli allori, siamo in continua formazione. Qualunque sia il proprio ambito operativo, giovanile o di prime squadre. E per approfondire i diversi aspetti, per fare “cultura”, il nostro network ha altre soluzioni da non trascurare: i libri, i Master, Scienza&Sport. Insomma, mai stare fermi, anzi.

Leggi tutto...

È un orgoglio per la nostra rivista avere nel primo numero del 2022 l’intervista e dedicare la copertina a un personaggio unico, un campionissimo, un uomo di spessore, di valore. Che vive e ha vissuto il calcio a 360° gradi, attraversando periodi diversi, sempre con grande equilibrio, mai sopra le righe: Alessandro Del Piero. La nostra Chiara Calliero è stata a Los Angeles, al suo ristorante, Number Ten (“Se vuoi dirlo in inglese... oppure Numero Dieci all’italiana”, ha scherzato Ale nella chiacchierata) per raccogliere il suo pensiero. Il pensiero di chi è nel calcio da 30 anni, di chi ha esperienza in spogliatoi importanti, accanto a campioni pazzeschi, guidato da mister che hanno fatto la storia della nostra disciplina... è assolutamente da tenere in considerazione. Perché è indispensabile ampliare le proprie conoscenze, accrescere la propria cultura, una cultura che deve andare anche oltre il classico lavoro da campo. Insomma dobbiamo sapere di calcio.

Leggi tutto...

Ragazzini che giocano liberamente all’aperto, con il sorriso stampato sulle labbra, in un clima natalizio, con un classico albero innevato sullo sfondo. Questo raffigura la copertina finemente realizzata da Gokcen Eke, per tutti solo Gok. Sì, siamo arrivati anche quest’anno a Natale in procinto di “svoltare” verso un 2022 “normale”. Ricordate la situazione di 12 mesi fa? Il famoso decreto Natale? Zona rossa nella maggior parte dei giorni, coprifuoco, possibilità di ricevere a casa massimo 2 persone non conviventi dalle 5 alle 22, svolgimento dell’attività motoria solo vicino casa e di quella sportiva unicamente lontano dai centri delle città/paesi. No, non possiamo dimenticarlo.

Non possiamo dimenticare che la stagione 2020-21 era finita in un paio di partite, mentre quest’anno il girone d’andata di tutti i campionati, adulti, ragazzi e bambini dilettanti, sta arrivando abbastanza serenamente al termine. E qualcuno ha pure pianificato la “sosta” invernale. Un mondo diverso, dove gli abbracci per un gol – quanto ci sono mancati – e la gioia di giocare su un campo verde sono tornati a essere una splendida abitudine. Sorrisi, divertimento, emozioni…ecco quanto desideriamo augurare a tutti per le festività alle porte e per il futuro.

Leggi tutto...

Italia-Svizzera del prossimo 12 novembre non sarà decisiva, ma… ci giochiamo molto. Sarà una sorta di dentro-fuori per evitare la noiosa appendice dei play-off. Un’appendice che nasconde sempre delle insidie, lo sappiamo bene.

Certamente, a Roma partiamo da favoriti, inutile negarlo. Veniamo dalla vittoria dell’Europeo, dalle convincenti prestazioni della Nations League, scendiamo in campo all’Olimpico, abbiamo – al momento – il vantaggio della differenza reti… Mancini ha fatto un grandissimo lavoro, l’abbiamo detto più volte e lo ribadisce Lele Adani nel suo articolo in apertura. Analizza, andando oltre la tattica, le tendenze di gioco delle quattro semifinaliste alla League, rimarcando come le scelte (di metodo e di concetto) del Mancio siano state fondamentali per portarci in una dimensione calcistica più internazionale. Sempre a proposito degli Azzurri, nelle pagine successive l’approfondimento di Alberto Nabiuzzi, allenatore UEFA A e tecnico della Primavera del Trento, sui calci piazzati dell’Italia (all’Europeo, senza rigori, ci hanno regalato circa il 30% delle segnature).

Leggi tutto...

La Champions è ormai entrata nel vivo e a questa manifestazione abbiamo pensato di dedicare la copertina. I primi due turni dei gironi sono stati disputati, in questo mese di ottobre vi sarà il classico giro di boa che chiarirà alquanto le gerarchie. Certo, l’ultima squadra che ha conquistato la manifestazione “a sorpresa” è stato il Porto di Mourinho nel 2003-04, ma il panorama attuale – come ci dice Carlo Pizzigoni nel suo articolo d’apertura – vede interessanti realtà che propongono un calcio di qualità, con giovani di prospettiva. Squadre che possono dire la loro e, perché no, sorprendere.

Leggi tutto...

Foto: Italy Photo Press

Editoriale

Ecco in anteprima l'editoriale del direttore Ferretto Ferretti pubblicato sul prossimo numero de Il Nuovo Calcio, in edicola e online a partire dai primi giorni di settembre.

La Serie A è ripartita da poco e a lei abbiamo dedicato la nostra copertina. Una copertina insolita, non la classica foto, ma le “caricature” dei 20 allenatori di questa stagione, “inventata” dal nostro illustratore e disegnatore Gokcen Eke, alias caricaturella. Per chi non lo conoscesse, basta andare sulla sua pagina instagram (tra l’altro seguitissima da oltre 62mila follower) per ammirare le sue creazioni. Spaziano da attualità a storia, tutte splendidamente realizzate e con un velo di “ironia” molto piacevole. Una collaborazione iniziata da ormai oltre un anno, che culminerà con un libro, disponibile per le festività natalizie, in cui “Gok” rappresenterà a suo modo l’universo calcistico. E non solo!

Leggi tutto...

Foto: Italy Photo Press

Editoriale

Lo sappiamo: le tempistiche editoriali sono inflessibili. Non ci hanno permesso di analizzare l’Europeo durante il suo svolgimento e ora siamo un po’ in ritardo nel fare i complimenti a tutti gli Azzurri per l’incredibile successo di Wembley. Certo, a giugno abbiamo dedicato una copertina benaugurante a Roberto Mancini e, soprattutto, un illuminante articolo di Lele Adani che parlava del CT, analizzando il suo percorso sportivo e umano e quanto di “grande” aveva incominciato con la Nazionale.

Leggi tutto...

Finalmente si prospetta una stagione… normale. E la programmazione per l’annata 2021-22 per l’allenatore non può che iniziare adesso. Niente di definitivo, ci mancherebbe, la moderna metodologia dell’allenamento è in itinere, però i primi concetti possono essere abbozzati proprio in questo periodo.

Tutto ciò ci fa r espirare un’aria nuova, ci fa ritornare alle abitudini passate quando a luglio/agosto l’allenatore andava a ricercare aggiornamenti o confronti per organizzare efficacemente il precampionato. Anche la fase finale dell’Europeo che si sta disputando in questi giorni va in questa direzione: vedere stadi pieni, seppur al 25% (ma la voce dei tifosi non ha fatto percepire la differenza), è un’emozione unica, un’abitudine persa. Insomma, la nostra “vecchia normalità” sta tornando!

Ecco che in quest’ottica abbiamo strutturato i 3 mesi estivi della rivista: luglio incentrato sul preseason degli adulti, agosto per le categorie agonistiche del vivaio, settembre per l’avvio dell’attività dei più piccoli.

Leggi tutto...

È quella che, per l’Europeo itinerante, riapriranno parzialmente gli stadi. Anche l’Olimpico di Roma sarà “pieno” al 25%. È un primo, e importante, passo in avanti verso la normalità.

Anche se il tifo sta cambiando: ce ne parla Gianluca Corbani nel suo articolo sulla dematerializzazione del tifoso. Una riflessione davvero interessante, che ipotizza nuove prospettive. Tra l’altro i primi cenni di questa “rivoluzione” li potremo toccare con mano con DAZN e la sua piattaforma streaming che l’anno prossimo ci proporrà la Serie A.

La copertina è dedicata al calcio femminile, un “movimento” in continua crescita.

Leggi tutto...

Il tempo scorre veloce, la tecnologia ancora di più. E l’allenatore, l’insegnante, l’educatore, insomma chiunque faccia formazione (ma non solo aggiungerei), deve vivere nel cambiamento. Al passo coi tempi.
Deve essere consapevole che l’evoluzione – a qualsiasi livello – non si ferma.
E mai si fermerà.

Leggi tutto...

I festeggiamenti per i 30 anni della nostra rivista sono finiti, ma non le novità. Che sono futuristiche anche in questo numero. Prima permettetemi un ringraziamento a tutti coloroche ci hanno fatto gli auguri: dall’amministratore delegato dell’Inter, Beppe Marotta, a Stefano Pioli, mister del Milan. Da Andrea Pirlo alle ragazze della Juventus femminile, Laura Giuliani e Sara Gama. Passando per gli amici e i colleghi di una vita, o meglio di questa avventura che si chiama Il Nuovo Calcio: Mario Beretta, Claudio Filippi, Maurizio Viscidi, Roberto Samaden e Stefano Bonaccorso. Per arrivare ai Campioni del Mondo Toni, Inzaghi, Gilardino e Camoranesi, oltre agli ex giocatori Adani, Vieri, Ambrosini, Di Natale e Cassano.
Sono state oltre 30 le dediche che ci hanno mostrato affetto e attenzione, mi spiace non potercitare tutti gli autori per questione di spazio (tutti i video sui nostri social). Comunque, grazie!Grazie! Grazie!

Leggi tutto...

30 anni di “Nuovo” Calcio. Mi sembra fosse ieri. Lo so, sono parole scontate, il tempo scorre veloce, ma eravamo nel 1991, a febbraio quando è partita questa avventura. Nel mezzo tante storie, articoli, approfondimenti, ma anche cambiamenti o rivoluzioni. Il calcio è andato avanti, è diverso da allora, la metodologia pure… la passione, l’esperienza e l’attenzione ai particolari che cerchiamo di mettere ogni mese no! Sono le stesse. Identiche. Mai dome. In evoluzione però, e lo potete notare già da questo numero, che vuole segnare una sorta di seconda vita per la nostra rivista. Nuovo formato, compatto, maneggevole, con una carta di una qualità superiore. Una copertina d’impatto, disegnata appositamente per i 30 anni da Gokcen Eke (“Caricaturella” vi dice niente?). Che riassume in breve la nostra storia, dalle notti magiche di Italia 90 all’Europeo che si svolgerà tra qualche mese.

Leggi tutto...

Ultime Notizie

Magazine in Edicola