Editoriale
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

In questo mese ci siamo concentrati sulla fine dei tornei, a qualsiasi livello, che dopo due anni tribolati hanno avuto il loro percorso naturale, senza troppe interruzioni o rinvii. E come sempre l’atto conclusivo della stagione diventa per molte squadre un momento molto delicato: insomma, senza troppi giri di parole, saranno tanti i club che negli ultimi 20-30 giorni si giocheranno un po’ tutto. Infatti, un passo falso nell’incontro sbagliato può compromettere quanto di positivo fatto oppure, rovescio della medaglia, si può riuscire all’ultimo respiro a raggiungere un traguardo importante, preventivato o meno. Per questi motivi abbiamo provato a fare chiarezza sull’argomento, sfatando qualche mito e fornendo interessanti spunti di riflessione sul tema. Al di là di una giusta condizione fisica e di una preparazione tecnico-tattica meticolosa, la testa fa davvero la differenza in questi momenti: la motivazione ottimale, il sentirsi parte importante di un gruppo coeso e compatto (da qui la copertina), una carica emotiva bilanciata aggiungono quella spinta determinante per ottenere l’obiettivo. Ecco perché vi consiglio di leggere attentamente le indicazioni, pronte all’uso, frutto di studi e competenze, di Matteo Cioffi, che oltre a insegnare psicologia ai corsi centrali di Coverciano è un allenatore UEFA A di validissima esperienza.

Attenzione però: non esiste la ricetta vincente per questa fase dell’anno, la cosiddetta pozione miracolosa, ogni allenatore deve tarare il tutto sulla propria squadra. Con la propria sensibilità.


In questo numero poi due scritti anticipano l’uscita di due nuovi libri da non perdere: il primo in ordine di pubblicazione, disponibile dal 12 maggio, è stato preparato da Gaetano Petrelli e Pasquale Pastore. Analizzano la moderna tattica del portiere, ruolo in continua evoluzione per tutte le fasi del gioco (offensiva, difensiva, transizioni e palle inattive). La loro intervista a pagina 22 entra nei dettagli di un volume per tutti gli allenatori, non solo per gli specialisti dei numeri uno.

Il secondo, pronto a giugno, non può che far parte della collana Gli Unici, visto il personaggio in questione: Zdenek Zeman. Gianluca Corbani, uno degli autori (l’altro è mister Gaetano Fontana), anticipa alcuni contenuti raccontando gli inizi della storia del maestro boemo, porta testimonianze di grande spessore (potrebbe bastare la frase Marco Verratti per far capire il valore dell’uomo oltre l’allenatore: «Con Zeman piangi due volte: all’inizio del ritiro e alla fine della stagione, quando devi salutarlo») e ci mostra un personaggio che ha segnato, al di là dei risultati, la storia del nostro calcio. Ma per questo vi rimandiamo al prossimo numero.

SFOGLIA IL NUMERO DI MAGGIO >

Magazine in Edicola